Scegliere la categoria del dipendente

La categoria di un dipendente all'estero - espatriato o distaccato - è determinata dal datore di lavoro.

La differenza tra queste due categorie risiede nel livello di copertura sociale. Il datore di lavoro deve optare per la migliore soluzione, studiando le incidenze sociali e finanziarie.

Una categoria scelta liberamente dal datore di lavoro

Il sistema di protezione sociale francese è tra i più sviluppati del mondo. I francesi lo considerano spesso come un elemento essenziale del loro livello di vita.

Il datore di lavoro francese che fa ricorso all'espatrio o al distacco di un dipendente all'estero, si trova confrontato ad un doppio paradosso:

  • impiegando personale all'estero, è svincolato da qualunque obbligo in materia di protezione sociale.
  • il candidato che parte non desidera abbandonare il sistema di protezione sociale francese. Ci tiene a conservare le garanzie in caso di malattia o di infortunio sul lavoro, ad essere rimborsato adeguatamente per le spese sanitarie, nonché a non perdere punti di pensione.

Espatriato o distaccato?

Il datore di lavoro è libero di scegliere la copertura sociale proposta al suo dipendente.

Questa scelta può essere orientata secondo due categorie: 

  • l'espatrio: il dipendente espatriato è assunto appositamente o è inviato dal suo datore di lavoro all'estero.
  • il distacco: il dipendente distaccato lavora già nell'azienda, è inviato all'estero per una durata limitata. La durata del distacco varia a seconda del paese di destinazione del dipendente.

Questa nozione di categoria si riferisce al diritto della Previdenza sociale per differenziare il distacco dall'espatrio. In effetti, la nozione di espatriato non esiste nel diritto del lavoro, ma soltanto nel diritto della Previdenza sociale.

Oltre a queste due categorie, il dipendente può essere impiegato con un contratto locale. In questo caso, è soggetto alla legislazione del paese in cui lavora e non usufruisce più della protezione sociale francese.

Data di pubblicazione: 2 Apr 2013

Altri articoli sull'argomento