Sanità all'estero: una storia di donne?

Spesso sono le donne  che si fanno carico della «questione salute» della vita all'estero.

Ecco alcuni consigli semplici su questo aspetto determinante nel successo di un espatrio.

Una necessaria preparazione dell'espatrio a monte

Meglio sensibilizzate alle questioni di salute, le donne «se ne preoccupano» in genere per prime e a ragion veduta!

Il cambio di ritmo di vita (clima, cambio di stagione, stress, stanchezza all'arrivo, difficoltà di adattamento…) e le disparità di sistemi sanitari tra il paese di origine e quello di espatrio, richiedono l'organizzazione di un dispositivo infallibile.

Esso inizia con una diagnosi accurata dello stato di salute della famiglia. Un check-up medico approfondito consente di stilare cartelle cliniche complete, preziose all'estero, nonché di partire senza disturbi ottici o dentari, semplici da risolvere in Francia, mentre possono rivelarsi complessi e costosi all'estero.

E' altresì indispensabile informarsi sul costo e sull'accessibilità della sanità locale nonché sul sistema di protezione sociale esistente.

Saper parare i «brutti colpi»

L'accesso a servizi di assistenza rimpatrio estesi, quali il rientro anticipato in caso di morte di un parente, la trasmissione e l'invio di farmaci urgenti o la presa a carico della venuta di un parente in caso di ricovero locale (durante un espatrio individuale…) sono inevitabili.

Allo stesso modo la sottoscrizione di solide garanzie di previdenza (ad esempio: versamento di un capitale in caso morte o invalidità o di indennità giornaliere in caso di astensione dal lavoro) è necessaria per qualunque partenza in coppia e a maggior ragione se con bambini.

In caso di gravi problemi di salute, non vi è un rimpatrio in Francia se lo stato di salute del paziente non lo consente. E' quindi cruciale usufruire di una presa a carico ospedaliera in loco, senza anticipo di spese, ed essere rimborsati delle spese sostenute in percentuale rispetto alle spese reali. In effetti, una giornata di ricovero in cure intensive arriva a € 7.500 in America Settentrionale, in Asia, in Sudafrica…

Quando questi rischi sono coperti dalla previdenza sociale francese o dalla CFE, sono presi a carico soltanto sulla base del rimborso francese. Occorre quindi sottoscrivere un'assicurazione integrativa della CFE /Previdenza sociale  o un'assicurazione dal Primo euro, che interviene senza regime di base.

La gestione della salute ogni giorno

Le spese di salute «usuali» debbono essere coperte in percentuale rispetto alle spese reali per i paesi con costi sanitari elevati, senza franchigia e con tetti di rimborso sufficienti. Attenzione inoltre a controllare bene i tetti di rimborso proposti.

D'altronde, le donne che vogliono fondare una famiglia debbono anticipare tassativamente un'eventuale maternità, i cui costi possono essere molto elevati all'estero (da € 7.500 a 10.000 per un parto senza complicazioni negli USA e persino in America latina). In effetti, la maternità potrà essere coperta soltanto se il concepimento è posteriore alla data di sottoscrizione della copertura sanitaria.

Infine, in alcuni contratti, è possibile coprire i figli rimasti in Francia per gli studi nello stesso contratto di quello dei genitori espatriati.

Data di pubblicazione: 2 Apr 2013

Altri articoli sull'argomento