L'attestato di accoglienza

L’attestato di accoglienza è un documento ufficiale necessario per qualunque persona accolga un cittadino straniero che viene in Francia per un soggiorno di tipo familiare o privato di meno di 3 mesi.

Cos'è l'attestato di accoglienza?

L’attestato di accoglienza ha lo scopo di giustificare l'oggetto e le condizioni di soggiorno in Francia del cittadino straniero e di accertarsi del consenso dell'ospitante in merito alla sua accoglienza.

E' richiesto al cittadino straniero al momento della domanda di visto (per coloro che sono soggetti all'obbligo di un soggiorno breve) e durante controlli alla frontiera.

La legge detta “Sarkozy”, entrata in vigore l'1 gennaio 2005, modifica i criteri di rilascio dell'attestato di accoglienza inasprendo le condizioni per ospitare uno straniero in visita in Francia.

L'attestato di accoglienza nei dettagli

Questo attestato deve essere richiesto dalla persona, francese o straniera, che desidera accogliere nell'ambito di una visita di carattere familiare o privato, uno o più cittadini stranieri per una durata inferiore a tre mesi.
L'ospitante che desidera accogliere uno o più cittadini stranieri deve presentarsi di persona presso il suo comune di residenza.
Una volta ottenuto, l'ospitante lo deve fare pervenire alla persona straniera che desidera accogliere.

L'attestato indica:
- la sua identità e il suo recapito, la data di arrivo e di partenza prevista e il luogo di accoglienza, l'identità dell'ospitato, la sua cittadinanza e il suo numero di passaporto (una fotocopia del passaporto agevolerà questa pratica),
- il luogo e la data di rilascio del documento comprovante l'identità e la cittadinanza dell'ospitante, se è francese,
- il luogo, la data di rilascio e la durata di validità del permesso di soggiorno dell'ospitante, se è straniero,
- la giustificazione a carico dell'ospitato della sottoscrizione presso un operatore di assicurazione autorizzato di un'assicurazione medica per attestato di accoglienza di un importo minimo di € 30.000  che copra le eventuali spese mediche, ospedaliere e di assistenza pubblica, risultanti dalle cure eventualmente somministrate in Francia. L'ospitante può saldare questo obbligo in favore dell'ospitato,
- la prova dell'impegno dell'ospitante di farsi carico delle spese di soggiorno dell'ospitato qualora questi non vi provvedesse.

Per ulteriori informazioni:

Il sito Service-public.fr informa e guida nelle prassi amministrative.
Propone nella fattispecie informazioni utili sull'accoglienza degli stranieri in Francia:
- modulo di domanda di attestato di accoglienza, da scaricare,
- circolare del 23 novembre 2004 sull'attestato di accoglienza, da scaricare
- recapiti dei servizi da contattare a seconda del proprio comune.

Data di pubblicazione: 2 Apr 2013

Altri articoli sull'argomento