I programma di scambi interuniversitari

La maggior parte degli studenti prosegue gli studi nel ciclo superiore: l'università, le scuole private o statali oppure ancora le formazioni professionalizzanti (tipo diplomi universitari o parauniversitari biennali). Queste formazioni in genere propongono una parte del loro percorso all'estero grazie ai programmi di scambi interuniversitari.

Partire all'estero sì, ma partire da soli no! 

Molti studenti hanno voglia di esplorare altre culture, ma partire da soli, con mezzi propri può talvolta essere difficile. Conoscere tutte le pratiche da attuare, adempiere a tutte le formalità di iscrizione nelle facoltà straniere, trovare un alloggio, un'assicurazione sanitaria internazionale, accertarsi che il diploma preparato sia riconosciuto su scala europea... tutte queste pratiche possono scoraggiare molto velocemente! 

Ecco perché per facilitare la mobilità degli studenti, sono state firmate delle convenzioni interuniversitarie. Queste convenzioni mettono in relazione due università, scuole o istituti di paesi diversi consentendo agli studenti di espatriare in un ambito universitario chiaramente definito.

Con questo pacchetto, usufruirai di numerosi vantaggi:

  • pratiche amministrative più brevi,
  • spese di iscrizione ridotte al minimo,
  • la sicurezza dell'equivalenza dei diplomi (grazie alla convalida dei crediti ECTS),
  • l'accesso alle borse è agevolato.

Come funziona?

L’accordo di convenzione bilaterale consente ai due istituti di essere in stretta relazione:

  • Non paghi nessun diritto di iscrizione all'estero: dopo l'iscrizione nel tuo istituto di origine e il pagamento delle spese scolastiche e di Previdenza sociale abituali, non hai niente da ripagare nell'università straniera che ti accoglie.
  • Il trasferimento dei voti ottenuti nell'università straniera avviene automaticamente nonché il conseguimento dell'eventuale diploma o test (tipo TOEIC, TOEFL, DELE...).

Anche l'aspetto «vita pratica» va preso in conto:

  • L'istituto straniero partner può fornire un alloggio. Spesso dispone di residenze universitarie e propone di usufruire di tutti gli spazi universitari: lavanderia, mensa, palestra, attività sportive e culturali...
  • Alcuni istituti hanno creato delle associazioni che aiutano gli studenti stranieri ad integrarsi nella scuola e nella vita quotidiana in genere! Si organizzano visite, gite, riunioni di benvenuto, serate... E' stato predisposto di tutto per farti vivere pienamente il tuo soggiorno di studio all'estero!

Come fare la domanda?

Contatta il servizio internazionale della tua scuola per conoscere la lista degli istituti che hanno firmato una convenzione bilaterale inter-universitaria. Avrai così conoscenza delle università partner della tua scuola e potrai scegliere quella più adeguata. Ti sarà quindi chiesto di fornire un certo numero di elementi quali:

  • una domanda di candidatura,
  • un CV,
  • il piano di studi che desideri seguire,
  • i voti conseguiti.

La tua pratica sarà quindi esaminata nel tuo istituto principale che, se la accetta, la inoltrerà all'istituto o alla facoltà presso cui fai la domanda. Sarai avvertito dell'esito favorevole dello scambio quasi sempre dall'istituto di accoglienza. Riceverai una lettera ufficiale di accettazione, un documento di approvazione del piano di studi, nonché la documentazione per aiutarti a preparare la partenza e le prime prassi per la sistemazione.

I candidati la cui pratica sarà accettata potranno chiedere dei sussidi economici.

Data di pubblicazione: 2 Apr 2013

Altri articoli sull'argomento

Programmi di scambi: quali destinazioni?
Programma Study Abroad
Programma MICEFA
Programma ISEP
Programma Leonardo da Vinci
Programma Erasmus Mundus
Programma CREPUQ
Programma Erasmus
Programma ALFA
Programma Comenius