I paesi e i casi esentati dall'attestato di accoglienza

I parenti dei cittadini stranieri di alcuni paesi non sono soggetti all'ottenimento dell'attestato di accoglienza per entrare in Francia.

  • I cittadini dello Spazio Economico Europeo
    Germania, Austria, Belgio,  Bulgaria, Cipro, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Regno Unito, Slovacchia, Slovenia, Svezia.
  • I cittadini dei seguenti paesi
    Andorra, Monaco e Svizzera.
  • Gli stranieri titolari
    - di un visto di circolazione "convenzione di Schengen", valido almeno un anno per vari ingressi,
    - di un visto con la nota "permesso di soggiorno da chiedere all'arrivo in Francia",
    - di un visto con la nota "famiglia di francesi".
  • Sono inoltre esentati
    - lo straniero che raggiunge, nell'ambito del ricongiungimento familiare, il coniuge straniero regolarmente autorizzato a risiedere in Francia,
    - i figli minorenni che raggiungono il padre o la madre, regolarmente autorizzato a risiedere nel territorio francese nell'ambito del ricongiungimento familiare,
    - il figlio straniero di meno di 21 anni a carico di un genitore francese,
    - gli ascendenti di un francese o il suo coniuge, se sono a carico,
    - il genitore straniero che esercita anche parzialmente la potestà parentale su un figlio francese residente in Francia,
    - gli stranieri a cui è stata concessa una dispensa,
    - i funzionari di un'organizzazione internazionale di cui la Francia è membro, muniti di un ordine di missione,
    - i funzionari dei servizi pubblici stranieri muniti di un ordine di missione, i membri delle assemblee parlamentari degli Stati esteri,
    - i membri di missioni diplomatiche e le loro famiglie che vengono dall'estero per assumere i loro incarichi in Francia,
    - i membri degli equipaggi di navi o di aerei che effettuano trasferte.
  • Nonché
    - gli stranieri che desiderano effettuare in Francia un soggiorno di carattere umanitario o culturale,
    - gli stranieri che si recano in Francia nell'ambito di un'urgenza sanitaria,
    - gli stranieri che si recano in Francia per assistere ai funerali di un parente.
     

Questa lista di paesi e di casi esentati è riportata a titolo informativo ed è soggetta a modifiche.

Per ulteriori informazioni:

Il sito Service-public.fr informa e guida nelle prassi amministrative.
Propone nella fattispecie informazioni utili sull'accoglienza degli stranieri in Francia:
- modulo di domanda di attestato di accoglienza, da scaricare,
- circolare del 23 novembre 2004 sull'attestato di accoglienza, da scaricare
- recapiti dei servizi da contattare a seconda del proprio comune.

Data di pubblicazione: 2 Apr 2013

Altri articoli sull'argomento