Distacco: la categoria di distaccato

Cosa implica la categoria di distaccato per il dipendente nonché per il datore di lavoro? Il distacco, richiesto dal datore di lavoro, consente al dipendente distaccato di continuare ad usufruire della Previdenza sociale francese all'estero. Il datore di lavoro deve versare l'interezza dei contributi sociali dovuti in Francia e, in alcuni casi, può essere dispensato dall'assoggettamento al regime sociale del paese di distacco, a seconda degli accordi internazionali di Previdenza sociale.

Condizioni da adempiere, durata limitata

Il datore di lavoro è sempre il promotore del distacco. Per poter distaccare un dipendente, la sede sociale dell'azienda deve essere situata in Francia e il datore di lavoro è tenuto ad adempiere all'insieme delle formalità richieste presso la Cassa Assicurazioni Malattia. Il datore di lavoro s'impegna tassativamente a versare l'insieme dei contributi sociali dovuti in Francia.

Per quanto riguarda la durata massima del distacco, dipende dal paese di destinazione. Varia da 12 mesi a 6 anni, a seconda degli accordi siglati con il paese di distacco e dell'esistenza o meno di una convenzione bilaterale di previdenza sociale.

Obblighi del datore di lavoro: contributi e imposte sociali

Affinché il dipendente distaccato continui a usufruire del regime di Previdenza sociale francese, il datore di lavoro è tenuto a versare all'ente di previdenza francese U.R.S.S.A.F. la totalità delle imposte sociali previste dalla legislazione francese.

Nel paese di distacco, il datore di lavoro è dispensato dal pagamento dei contributi se il dipendente è distaccato in un paese firmatario di una convenzione di Previdenza sociale con la Francia. Questa dispensa è valida soltanto se il dipendente ha la cittadinanza richiesta per l'applicazione della convenzione e se la durata massima di distacco non è superata. In tutti gli altri casi, il datore di lavoro dovrà saldare i contributi nel paese di distacco.

La protezione sociale del dipendente distaccato

Durante il suo periodo di distacco, il dipendente nonché la sua famiglia usufruiscono della stessa copertura sociale che in Francia. A seconda della destinazione, può essere applicata una dispensa di anticipo delle spese mediche.

  • Per un distacco nell'ambito dello Spazio Economico Europeo, il dipendente deve chiedere la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) alla sua cassa di previdenza sociale francese. Potrà così avere accesso ai servizi di cure del settore pubblico presente nel suo paese di accoglienza e sarà preso a carico nelle stesse condizioni di quelle previste per gli assicurati locali.
  • Nel caso di un distacco al di fuori dell'Europa, le spese sostenute sono rimborsate dalla cassa di Previdenza sociale francese. I rimborsi sono calcolati con i giustificativi delle fatture saldate, nel limite delle tariffe applicabili in Francia.

Poiché i rimborsi previsti dalla Previdenza sociale francese risultano talvolta insufficienti, nella fattispecie nelle regioni del mondo in cui i costi sanitari sono elevati, si raccomanda di sottoscrivere un'assicurazione integrativa. Il distaccato può ricorrere egli stesso a un'assicurazione espatriato individuale. Il datore di lavoro ha inoltre la possibilità di sottoscrivere un'assicurazione espatriato collettiva. Le spese sanitarie possono così essere prese a carico al 100% delle spese reali all'estero, ma anche in caso di ritorno in Francia.

Vantaggi e limiti del distacco

Nell'ambito di un distacco regolamentato da un accordo internazionale (regolamenti comunitari o convenzione bilaterale di previdenza sociale), il datore di lavoro versa soltanto i contributi dovuti al regime francese di Previdenza sociale. E' assicurata la continuità dei diritti durante il soggiorno all'estero, i soggiorni temporanei in Francia e al rientro definitivo in Francia. L'espatriato resta protetto dagli stessi enti e usufruisce della stessa copertura sociale che in Francia.

La categoria di distaccato tuttavia non è sempre quella più adeguata. In effetti, il distacco è limitato nel tempo e quindi riservato piuttosto ai soggiorni di breve durata. Inoltre, questa categoria è costosa per il datore di lavoro, poiché è basata sui tassi di contributi francesi. In alcuni casi, vi è anche doppio versamento dei contributi. A ciò, vanno aggiunti stipendi maggiorati e vantaggi legati al lavoro all'estero. Dal canto del dipendente distaccato, le spese sanitarie sono rimborsate sulla base delle tariffe francesi. La sottoscrizione di una protezione integrativa che consente di ottenere migliori rimborsi diventa necessaria.

Per ulteriori informazioni sulla categoria di distaccato:

Vedi il sito del Centro dei Collegamenti Europei e Internazionali di Previdenza Sociale (CLEISS) per conoscere le modalità di distacco paese per paese.
Il sito della Cassa Nazionale di Assicurazione Malattia presenta le informazioni sulle prassi da seguire per usufruire del distacco.

Data di pubblicazione: 20 Mar 2013

Altri articoli sull'argomento